Io sono il tenebroso, Fred Vargas

Louis il Tedesco, investigatore ormai in buen retiro (si fa per dire), reimpiegatosi come traduttore, non riesce a togliersi dalla testa gli orribili omicidi di due giovani donne a Parigi. Nonostante non riesca a concentrarsi sulla voluminosa biografia di Bismark, il Tedesco è convinto di dover lasciar perdere le investigazioni: un tempo erano il suo lavoro, ma ora sarebbe morboso indulgervi.

Purtroppo non c’è molto spazio per le sue convinzioni: il Tedesco viene contattato dalla sua amica Marthe, ex prostituta ora bouquiniste, che afferma di avere in casa l’assassino delle donne. In realtà costui è Clement, un tempo il protetto di Marthe, che non lo vedeva da quando era un bimbetto. Convinta della sua innocenza Marthe convince il Tedesco ad occuparsi delle indagini per scagionarlo.

Quando il Tedesco si rende conto che c’è un identikit che farebbe la fine di Clement, non trova di meglio che nasconderlo nella casa dei tre evangelisti, dove c’è sempre qualcuno per sorvegliarlo e nessuna donna.

Non all’altezza del libro precedente (Chi è morto alzi la mano) a livello di trama (l’assassino è abbastanza banale) e meno simpatico a causa del Tedesco che si interpone fra le investigazioni e i nostri amatissimi tre evangelisti e padrino, rimane comunque un ottimo noir.

Fred Vargas. Io sono il Tenebroso. (Sans feu ni lieu)
Einaudi. 2006. 254 pagg. € 11,00.
Noir.

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: